sabato 14 maggio 2011

Voglia di sconfinare... a Milano


Vivo nell'hinterland milanese e oggi ho più che mai voglia di sconfinare, di respirare aria nuova... In un certo senso, ho voglia di viaggiare in ogni possibile altrove.
Quante persone condividono questo mia necessità? Tante? Poche? Io penso che, se ci si ferma un attimo a riflettere, questa voglia la si scopre, perché l'inquinamento non è solo ambientale, ma anche delle menti, dei pensieri e dobbiamo imparare a riconoscerlo e a liberarcene.

Ho (abbiamo? spero in questo plurale) bisogno di immaginare qualcosa di diverso, una città più bella, più solidale, una città che finalmente si possa vivere come fosse un luogo accogliente, piacevole, bello... Sì, perché Milano per chi ha occhi per vedere e va oltre le apparenze è persino bella.
Provate a girarla a piedi nelle viuzze antiche intorno al Carrobbio, o nelle strade prossime a piazzale Loreto dove resistono ancora splendidi edifici in stile Liberty, o andate sul Naviglio della Martesana, o guardatevi la meravigliosa prospettiva di San Lorenzo Maggiore che ricorda un po' nel suo profilo quello della splendida  Santa Sofia a Istanbul. Provate a sbirciare dietro i cancelli che nascondono giardini segreti, camminate con il naso in su e scoprite inferriate preziose, balconcini scolpiti...
Viaggiate con gli occhi, con il pensiero, e a piedi. Perché non provare? Avrete qualche sorpresa.

Nessun commento:

Posta un commento